Giardinaggio fai da te: le orchidee

phalaenopsis-13

Inauguriamo la sezione sui consigli per i nostri lettori con una delle piante che Il Coccio Fiorito ha più a cuore: l’orchidea.

Forse tra le piante più difficili da curare presenti in natura, l’orchidea resta uno dei fiori più venduti al mondo, nonché una delle piante più durature – specie in interni. La sua famiglia è numerosissima, se pensiamo che ne esistono oltre 700 generi e più di 28.000 specie.

COLTIVAZIONE

Nonostante le apparenze, l’orchidea è molto meno delicata di quel che sembra. Ha bisogno di temperature fresche e di un “riposo” di circa 4-6 settimane verso la fine dell’autunno (dopodiché vanno riposte nella loro collocazione abituale). Se dovesse far molto caldo, è possibile spostare le piante all’esterno, purché il luogo sia protetto dal sole diretto.

PHALENOPSIS

E’ una delle piante più vendute, qui al Coccio Fiorito, specie nella coltivazione idroponica (coltivazione in vaso di vetro con base composta da ghiaia, terriccio semplice e scaglie di pino). Questa tipologia di orchidea è molto diffusa in Asia, cresce principalmente su un ramo solo e necessita di un “supporto” durante la fioritura (per evitare che i rami si affloscino). Il Coccio Fiorito favorisce le orchidee in coltivazione idroponica perché – in questo modo – diminuisce il periodo di manutenzione della pianta, che si riduce da due volte a settimana a una volta ogni 10/15 giorni.

Alcuni consigli per farla durare di più

Dopo la fioritura, tagliare lo stelo sotto al nodo in cui è sbocciato il primo fiore: così facendo, produrrà un altro ramo e, di conseguenza, più fiori.

Ricordatevi di non esporla MAI al sole diretto, avendo cura di riporla in penombra durante l’estate e in luoghi luminosi durante l’inverno.

NON esagerate mai con l’acqua. A volte, la troppa cura rischia di uccidere il fiore. Nel caso della coltivazione idroponica, un bicchiere d’acqua ogni 10/15 giorni sarà più che sufficiente (o comunque cercare di mantenere l’acqua sempre all’altezza della ghiaia).

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: