8 Marzo: origini della festa e significato dei fiori

Perché la Festa della Donna si festeggia l’8 Marzo? Qual è il significato che si cela dietro questa ricorrenza? Perché proprio la mimosa come fiore simbolo di questa giornata? Scopriamolo insieme!

La Festa

Meglio nota come Festa della Donna, l’8 Marzo è in realtà la Giornata Internazionale delle Donne, una giornata interamente dedicata alla celebrazione di tutte le donne che ogni giorno lottano per ottenere la rappresentazione – e i diritti – che meritano.

Secondo una leggenda – ormai parecchio screditata – qualcuno avrebbe scelto l’8 marzo perché in quella data, nel 1911, in una fabbrica di abbigliamenti americana avrebbero perso la vita centinaia di donne durante un incendio. Ma è una leggenda, appunto, di cui non si trovano reali fondamenti storici.

La verità è molto più concreta – e politica – di questa e comincia qualche anno prima.

Durante i primi anni del Novecento, i Partiti Socialisti di tutto il mondo lottano con tutte le loro forze per concedere alle donne il diritto al voto, un aumento salariale, migliori condizioni di lavoro. La maggior parte delle conferenze, dei convegni e degli incontri hanno luogo a cavallo tra febbraio e marzo, ma la decisione di scegliere l’8 Marzo come giornata internazionale risale al 1914, anno e giorno in cui in Germania hanno luogo i moti socialisti per i diritti civili.

Oggi, le Nazioni Unite celebrano la Giornata Internazionale delle Donne durante l’8 marzo, nella speranza che entro il 2030 la totale parità tra i sessi non sia più un’utopia.

La Mimosa

Come sapete, ogni fiore ha un significato e per ogni ricorrenza c’è un fiore dedicato. Così come l’8 Marzo, appunto, data in cui si regalano delle bellissime, profumatissime e coloratissime mimose.

La mimosa è un fiore originario dell’Australia, importato in Europa nel XIX secolo, fiorisce a cavallo tra inverno e primavera e il suo inconfondibile giallo paglierino è da sempre il simbolo del freddo e grigio inverno che sta per lasciare spazio alla dolce e colorata primavera. Ma non è tutto.

Secondo gli Indiani d’America, la mimosa è simbolo di forza e femminilità ed è quindi il fiore ideale per omaggiare la forza e la bellezza di tutte le donne del mondo.

Come prendersi cura della mimosa

La mimosa è un fiore molto facile da reperire, in giro per l’Italia, ma è anche molto delicato e tende a perdere molta acqua e a seccarsi con estrema velocità e richiede, quindi, cure specifiche e qualche piccola accortezza. Niente di speciale o che richieda abilità da “pollice verde”, solo un po’ di attenzione in più.

Quando vi regaleranno una mimosa, quest’anno, preoccupatevi di preparare un bel vaso di acqua fresca e pulita in cui conservarla – acqua che cambierete il più spesso possibile. Mettete il vaso con le mimose in un luogo fresco e illuminato dalla luce del sole ma allo stesso tempo lontano da fonti di calore “artificiali” (come ad esempio il termosifone) e il gioco è fatto: le vostre mimose dureranno più a lungo.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: